E’ tempo di sovesci

E’ tempo di sovesci. E noi di BioRossarol lo stiamo facendo nel migliore dei modi. Abbiamo nuovi collaboratori. Nuove idee. E tanta voglia di produrre sempre di più, e sempre meglio.

Tecnicamente il sovescio è l’impianto di una coltura erbacea con essenze in purezza o consociate, destinata ad essere totalmente interrata in funzione fertilizzante della coltura che la succede o dell’arboreto all’interno del quale è stato seminata.

Tecnica di grandissimo interesse per l’agricoltura biologica, in Italia, soprattutto nel Centro-Sud è ancora troppo poco praticata. Come per tutto il settore del biologico, è ancora insufficiente il conforto della ricerca e sperimentazione, non più sull’indubbia efficacia di questa tecnica ma sulle essenze idonee nei diversi ambienti e per i diversi scopi, quindi la divulgazione con la relativa visibilità sul territorio.

E’ una tecnica di fertilizzazione che per la sua polivalenza si può definire strategica, particolarmente nella fase di conversione anche se, per i motivi sopra citati, molto raramente un’azienda che si affaccia al biologico inizia la sua esperienza con un sovescio, non conoscendone direttamente tecnica di realizzazione e benefici.

Il sovescio è di facile applicazione, dà grandi risultati e per l’influenza positiva sulle caratteristiche chimico, fisiche e microbiologiche del terreno, va considerato come soluzione quasi indispensabile per le aziende che non hanno zootecnia ed erbai poliennali in rotazione, anche perché in grado di produrre enormi quantità di Azoto a costi decisamente contenuti, rispetto all’equivalente acquistato sul mercato dei mezzi tecnici.

Le funzioni che questa tecnica può avere sul terreno, sottolineano ulteriormente la sua utilità in agricoltura biologica ed ancor di più nella fase di conversione.

I lati positivi di questa tecnica sono molteplici e la descrizione che segue cerca di metterli in evidenza ma perché questa presentazione non crei eccessive aspettative, si deve tenere presente che, per il sovescio, come per qualsiasi altra tecnica, vale sempre il principio che in agricoltura biologica, non esiste la ricetta risolutiva, il “si fa così”. Anche per il sovescio, una volta conosciute le indiscusse potenzialità, ogni azienda dovrà trovare soluzioni tecnicamente praticabili, agronomicamente efficienti ed economicamente giustificabili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *